Home / Edilizia industriale / Rifiuti da cantiere: come vengono smaltiti?
smaltimento rifiuti da cantiere

Rifiuti da cantiere: come vengono smaltiti?

Rifiuti da cantiere: come vengono smaltiti?

I rifiuti prodotti da costruzioni o demolizioni di opere edili, cosiddetti “rifiuti da C&D”, sono costituiti da frazioni inerti, tra cui calcestruzzo, laterizi, ceramiche, terre di scavo) che possono essere facilmente riutilizzati.

La gran parte dei rifiuti da cantiere di oggi, viene dismessa in discarica o addirittura abbandonanta abusivamente. La composizione di un rifiuto da C & D prodotto in Italia, vede questi materiali:

  • 10% di calcestruzzo non armato;
  • 20% calcestruzzo armato;
  • 50% laterizio;
  • 5% asfalti;
  • 6% materiale di scavo;
  • 2,5% legno, carta, plastica;
  • 3% metallo;
  • 3,5% varie..

La normativa che regola i rifiuti da cantiere

I rifiuti edili, vengono disciplinati dal D.M. 5/2/98 e succcessive modifiche.

Le normative contengono tutte le indicazioni per recuperare i rifiuti da costruzione e demolizione.

Al fianco di queste normative, c’è il DM 8/5/2003 n. 203 sul Green Public Procurement, il quale prevede l’obbligo di copertura del fabbisogno annuale di manufatti e beni da parte dei pubblici e delle società a prevalente capitale pubblico con quota di materiali riciclati, non inferiore al 30%.

La normativa della Green Public Procurement, impone alle pubbliche amministrazioni, di prediligere l’utilizzo di materiali riciclati in caso di gare d’appalto per opere pubbliche.

Il riciclo dei rifiuti da cantiere

Quando parliamo di riciclo o recupero di rifiuti edili, il nostro paese è molto indietro rispetto ad altri paesi europei: in Italia, le demolizioni non sono ancora organizzate al fine del recupero dei materiali.

Inoltre, la Commissione Edilizia dell’UNI non manca di una guida alla demolizione selettiva in modo da separare i materiali in modo più attento e direttamente in fase di demolizione.

Grazie all’attenta separazione, si riduce la produzione di rifiuti e si valorizzano i rifiuti da C & D.

Se non viene eseguita una demolizione ad hoc, le operazioni di recupero degli scarti edilizi saranno scoraggianti. Per questo è necessario selezionare e separare preliminarmente i materiali.

Lo smaltimento dei rifiuti da cantiere

Lo smaltimento dei rifiuti da cantiere ha un costo abbastanza elevato e varia a seconda della località.

Un elemento che incide sul costo dello smaltimento è la distanza dal cantiere all’aria di stoccaggio.

Il prezzo crescente dei materiali inerti naturali, favorisce il vantaggio del riciclo, anche quando si tratta di materiali lapidei e metalli.

Il materiale di recupero derivato da un cantiere edile, una volta separato da altri scarti, diventa economicamente molto più vantaggioso sia per chi lo acquista ma anche per l’azienda che se ne disfa.

Il riutilizzo dei rifiuti da cantiere

Dai rifiuti da cantiere è possibile ottenere aggregati di natura inerte come sabbie e pietrisco, solitamente destinati alle opere di ingegneria civile.

Con le sabbie e il pietrisco, derivati dal riciclo dei rifiuti da cantiere, si possono realizzare sottofondi stradali, ferroviari, aeroportuali, industriali, civili, riempimetni e colmate.

La normativa europea classifica gli aggregati riciclati al pari di quelli naturali e artificiali, infatti per questo i rifiuti riciclati sono riutilizzabili ai fini della legge e simili a quelli vergini.

Ferrati Srl, è impegnata nella lavorazione e nel riciclaggio dei materiali inerti a Rovigo.

Lo smaltimento di rifiuti inerti come calcinacci, travi, calcestruzzo, cemento e una delle procedure più delicate a cui un’impresa edile deve far fronte.

Per lo svolgimento di questa attività FERRATI SRL mette a disposizione un impianto di recupero di rifiuti inerti provenienti dai cantieri edili costituito da un impianto di frantumazione, da un sistema di selezione del materiale e da vagli che permettono la produzione  di materiale di varie pezzature.

About Ferrati Srl

Ferrati Srl
FERRATI SRL, dal 2001 è altamente qualificata nella costruzione di edifici industriali, edifici commerciali, edifici artigianali e edifici civili. Dedichiamo da sempre l’attenzione alla solidità delle strutture e nello stesso tempo lavoriamo sull’armonia e il design delle forme degli edifici.

Check Also

sismabonus

SismaBonus: 9 step per saperne di più

SismaBonus: 9 step per saperne di più Mistero o opportunità reale? la risposta è la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *